MI HANNO REGALATO UN SOGNO #1

RIFLESSIONI #20

Ciao a tutti bibliofili! 📚

20° articolo della rubrica Riflessioni. Oggi ho deciso di condividere con voi un avvenimento cardine che ha cambiato la mia vita, e non lo dico per fare sensazionalismo. Non si tratta di una storia strappalacrime, semplicemente del racconto di una trasformazione: da ragazzo qualsiasi ad aspirante scrittore.


‼ Mentre scrivevo mi sono accorto che l’articolo sarebbe risultato troppo lungo, quindi ho deciso di suddividerlo in più parti (probabilmente 2), la seconda verrà pubblicata domani✌

IL PUGNO NELLO STOMACO

Quando frequentavo la 1° superiore (3 anni fa), avevo un rapporto sterile con la scrittura. Mi piaceva leggere, certo, ma le uniche occasioni in cui scrivessi qualcosa di mio pugno erano i temi in classe. Sapevo di essere abbastanza portato, me l’avevano detto tutte le professoresse di italiano, da quelle delle elementari a quelle delle superiori, ma la cosa non mi interessava granché.
Arrivavo dal periodo delle medie, dove ogni mia produzione scritta veniva siglata con un bel 10. Svolsi il primo tema dell’anno sicuro di brillare anche nella nuova scuola, ma quando la professoressa S.L. ci riconsegnò le verifiche dovetti ricredermi: 7,5.
Era stato comunque il voto più alto della classe, ma per me era un bel pugno nello stomaco. Non tanto per il voto in sé, quanto per ciò che quel numero volesse dire: “Non sei nulla di speciale, piccolo arrogante, ne hai di strada da fare.

STRAVOLGIMENTO

Ovviamente ero io che davo quella specifica lettura al voto, la professoressa S.L. non si è mai rivolta a me in quel modo. Era una donna minuta e carina con bellissimi capelli ricci, dotata di un’eleganza ed un tono di voce pacato davvero invidiabili. Già allora, al tempo del primo voto, si era detta piacevolmente colpita dal mio tema, ma quel 7,5 diceva tutt’altro. La presi come una sfida personale: dare il massimo per dimostrare a quell’insegnate che io valevo molto di più. Ovviamente ero guidato da un silenzioso sentimento di rispetto ed ammirazione per la prof S, io volevo che lei riconoscesse la mia bravura, il mio talento.
Cominciò ad esercitare su di me un’incredibile influenza positiva. I temi iniziarono ad assumere più significato, la scrittura si tingeva dei primi colori delle mie emozioni. Quella giovane prof minuta ed esile stava per stravolgermi la vita, senza che né io né lei ne fossimo al corrente.

FAHRENHEIT 451

Parallelamente all’attività dei temi, in classe svolgevamo anche delle letture, fra cui quella di Fahrenheit 451, il capolavoro del maestro Bradbury.
La prof S. leggeva per noi fermandosi di tanto in tanto per commentare le pagine che scorrevano. Senza parole. La sua voce tremava, si modulava, entrava in simbiosi con la storia e gli eventi narrati. I suoi commenti erano illuminanti, trovava chiavi di lettura che non mi avevano nemmeno sfiorato la mente, imprimeva un’energia nel suo insegnamento che ti lasciava senza parole (e fiato). Imparai grazie a lei ad amare quel libro, a leggerlo e rileggerlo sino allo sfinimento, ad apprezzarne la scrittura e lo stile. Era semplicemente il miglior romanzo che avessi mai conosciuto. La prof S. riuscì anche a rivoluzionare il mio modo di leggere.
Grazie a tutto ciò la mia scrittura cominciò a crescere, a maturare, ad evolversi. Quel libro simboleggiava il mio cambiamento, la mia rinascita: ha contribuito a cambiarmi la vita.
Ne parlo anche qui: LIBRI CHE TI CAMBIANO.

LA FRASE

Cominciai a migliorare nei temi. I miei voti si facevano sempre più vicini al 9, quando un giorno la prof entrò in classe e pronunciò la fatidica frase che cambiò ogni cosa.

CONTINUA NEL PROSSIMO ARTICOLO!

 

Cosa ne pensate? Vi ha incuriosito la storia? Volete conoscere il seguito? FATEMELO SAPERE NEI COMMENTI! 

 

Peace✌

 

 

 

Annunci

8 pensieri su “MI HANNO REGALATO UN SOGNO #1

  1. bibliovorousplant ha detto:

    Gran bel post! Come te, ho sempre amato leggere, mentre la scrittura la consideravo solo una faccenda per temi scolastici. Poi, andando all’universitá, ho cambiato idea, perché finalmente studio un argomento che mi appassiona. Attendo la seconda puntata!

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...