LA CONVOCAZIONE: noia e mediocrità

BOOK REVIEW #4

IMG_4537

Ricordo quel giorno come se fosse ieri. Era una giornata grigia e monotona, mi aggiravo affamato per la libreria di casa, e sull’ultimo scaffale, lo vidi. Piccolo e nascosto, protetto da un velo di polvere. Lo presi tra le mani e lo osservai incuriosito. La Convocazione. Lessi il retro di copertina, sembrava interessante. Decisi di leggerlo. Errore madornale: non l’avessi mai fatto.


Ok, lasciamo perdere l’introduzione catastrofica e tragica e facciamo i seri, ma prima una minuscola premessa: non sto affatto criticando le persone a cui il libro è piaciuto, non sto criticando la persona dell’autore e nemmeno la casa editrice, semplicemente è un mio giudizio su questa (mediocre) opera. 

John Grisham, noto scrittore di legal-thriller, devo ammettere che mi aspettavo molto più da uno come lui. Lo recita anche la copertina di questo “romanzo”: “110 milioni di copie vendute nel mondo”, parole che hanno un proprio peso, parole che infondo una certa fiducia nel lettore ignaro che vuole iniziare a leggere quest’ammasso di noia e mediocrità. Ma andiamo con ordine. Non avevo mai letto nulla di questo autore, e cominciai il libro per nulla prevenuto, perfettamente imparziale. L’opera conta circa 300 pagine, normalmente mi sarebbe bastato qualche giorno, invece con questo abominio ci misi 3 settimane.  Ma cos’ha di tanto terribile? Perché lo critico così tanto? Risposta: La convocazione rappresenta il nulla, il vuoto cosmico, è un insieme di tante parole che sembrano non aver alcun legame effettivo tra loro, esattamente come i fatti narrati, orfani di una trama pensata ed elaborata a dovere. Sembra che l’autore abbia buttato nel testo degli avvenimenti casuali e abbia avuto la pretesa di costruirci una trama degna di un romanzo. Vi sono poi testate giornalistiche, come Usa Today che hanno il coraggio di scrivere: “Da anni attendevamo un libro così…” così come? Così orribile? Così scontato? Il libro è un mezzo d’espressione tanto potente e magnifico, che senso ha sprecare un’occasione simile per dare la luce ad una storia senza né capo né coda?

Ho affermato che questo libro racconta il nulla, ma non è questo il problema. Vi sono libri che raccontano storie in cui non vi sono particolari colpi di scena, in cui non vi sono esplosioni o battaglie epiche per il destino del mondo, ma sono comunque carismatici ed interessanti. Perché? Facile: sono narrati con tale maestria che riescono a rendere interessante anche gli eventi più banali, e questo è uno dei compiti di uno scrittore degno di questo nome, rendere intrigante ed avvincente la realtà di tutti i giorni, compito in cui questo romanzo fallisce miseramente. I personaggi sono piatti ed interessanti come dei sassi, noia, noia, e ancora noia è tutto ciò che riesce a dare questo libro. Quando finii di leggerlo, dopo aver tirato un sospiro di sollievo, mi accorsi che non mi era rimasto nulla dalla lettura, indifferenza: la cosa peggiore che possa suscitare un testo scritto. Storia insulsa, libro inutile e protagonista noioso.

E dire che io fino all’ultimo non mollai, mi sforzai di finirlo forte del pensiero: “Almeno la conclusione avrà qualcosa di interessante, qualcosa di valido“, ovviamente ero in errore. In tutto il romanzo mi è capitato un paio di volte di soffermarmi su qualche espressione degna di nota, nulla più. Mi sentii defraudato del mio tempo, preso in giro da un libretto insulso che avrebbe dovuto rimanere là, su quello scaffale dimenticato, sepolto dalla polvere dell’indifferenza, a marcire nella propria mediocrità.

 

Peace✌

Annunci

Un pensiero su “LA CONVOCAZIONE: noia e mediocrità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...